Articoli

Gli integratori

Gli integratori alimentari rappresentano un’immensa categoria di prodotti destinati a completare la nostra dieta, fornendo nutrienti di cui si è carenti o che è impossibile assumere con l’alimentazione.

Essi non sono farmaci ( anche i soggetti sani li possono assumere) e quindi sono esenti da pesanti effetti collaterali. Tuttavia, affinchè un integratore sia efficace, è necessario che possieda alcuni requisiti fondamentali: sia standardizzato (ogni dose dev’essere sempre uguale),preso regolarmente e secondo il periodo stabilito, adiuvato da uno stile di vita consono e … non aspettiamoci miracoli, ma miglioramenti dello stato di salute!

Gli integratori possono essere suddivisi in svariate categorie tra cui citiamo: 1) vitamine e minerali, 2) probiotici e prebiotici, 3) preparati vegetali, 4) coadiuvanti di diete ipocaloriche 5) altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico.

Nell’ambito delle intolleranze alimentari, cioè stati di tossicità dell’organismo causati dall’ingestione di uno o più alimenti, si ha un’alterazione della permeabilità intestinale, la quale può essere migliorata con l’utilizzo di probiotici e prebiotici. I primi sono microorganismi vivi ed attivi che raggiungono l’intestino e lo colonizzano, riequilibrando la flora batterica “buona” già presente (microbiota), sulla quale i secondi svolgono un’azione di rinforzo. Questa interazione probiota-microbiota modula e stabilizza la flora intestinale, aumentando le difese immunitarie dell’organismo.

Accenniamo ora ad alcuni integratori di minerali e vitamine.

Tra i minerali troviamo il CALCIO, importante per lo sviluppo ed il mantenimento dello ossa, per il metabolismo energetico e muscolare, per mantenere la normale coagulazione del sangue; si trova soprattutto nei latticini, ma affinchè venga assorbito è necessaria la presenza della vitamina D, che dev’essere spesso integrata in quanto carente.

Anche il MAGNESIO è fondamentale nell’equilibrio psico-fisico e nel corretto funzionamento del sistema nervoso.
Il POTASSIO è importante nel mantenimento della pressione arteriosa e nella funzione muscolare.
Il FERRO invece regola buona parte del metabolismo energetico, il trasporto dell’emoglobina e la funzione dei globuli rossi.
Il RAME è un protettivo dei tessuti connettivi ed un coadiuvante del sistema immunitario, come lo sono lo ZINCO ed il SELENIO. Anche alcune vitamine ( C, A,E) hanno un effetto antiossidante.

Ma che cos’è lo stress ossidativo?

Tutte le specie viventi sono sottoposte ad agenti reattivi, cioè vere e proprie reazioni chimiche che avvengono all’interno ( cibo, farmaci) o all’esterno (raggi UV, inquinamento); queste reazioni spesso danno vita a dei composti instabili, i radicali liberi, che “rubano” un elettrone ad un’altra molecola, attaccandola.

Sistemi di difesa enzimatici, vitamine, minerali ed alcuni integratori vegetali (ad esempio la papaya fermentata, l’aloe,i bioflavonoidi, il resveratrolo…)reagiscono con i radicali, smorzandone il potere dannoso. Senza antiossidanti i radicali reagirebbero con DNA, lipidi e proteine causando l’invecchiamento della cellula e danni di grave entità.

Ma allora… gli integratori servono? La risposta è affermativa , a patto che siano assunti con regolarità e su consiglio degli specialisti.
P.S- Nel nostro Paese si vendono circa 147 milioni di confezioni l’anno e sul sito del ministero della Salute se ne contano 54 mila tipi diversi.
Paolo Vintani vicepresidente di Federfarma Milano ricorda che la farmacia è il luogo dove chi acquista può sempre trovare l’aiuto di un professionista della salute ed è qui che diventa centrale la competenza del farmacista in farmacia, dove entra per acquistare il 68% degli italiani.

Accedi