Articoli

Camelie

Il genere Camellia, appartenente alla famiglia delle Theaceae, e` originaria dell’estremo oriente. Il Paese nel quale ebbe maggior diffusione fu il Giappone che la impiegò come pianta ornamentale nei tipici giardini. Fu il missionario gesuita Georg Joseph Kamel, sul finire del XVII secolo, ad introdurla in Europa e a darle il proprio nome. Le diverse tonalità e sfumature fecero si che la Camelia fosse apprezzata nelle principali corti europee, in particolare, in Francia.

camelie 01Il successo della Camelia si intrecciò con quello di Alexandre Dumas che conquistò i letterati parigini grazie al celebre romanzo “La signora delle camelie” (La dame aux camelias, 1848):

”Ogni volta si rappresentasse una commedia nuova, si era certi di vederla apparire con tre cose che non la lasciavano mai, poste sul parapetto del suo palco di prima fila: l`occhialino, un sacchetto di dolci e un mazzo di camelie. Venticinque giorni il mese le camelie erano bianche; gli altri cinque giorni, rosse, né mai si seppe la ragione di questo cambiamento di colori che i frequentatori dei teatri dove ella più andava, e i suoi amici, avevano, come me, più rilevato. Non s`eran mai visti a Margherita altri fiori che le camelie; così da Madame Barjon, la sua fioraia, avevano finito col soprannominarla la ”dama delle camelie”, e il soprannome le rimase”.

camelie 02In medicina la camelia e` utilizzata come antiossidante: dalle sue foglie infatti si può estrarre il tè verde. Questa bevanda ha particolari proprietà in grado di combattere i radicali liberi, molecole che possono favorire la formazione di tumori.
Nella sezione foto potete ammirare varie qualità di camelie.

Vedi galleria foto
Dott.ssa Chiara Morosi

Medico Interno del reparto di Ginecologia Ostetricia Div. A Ospedale Filippo Del Ponte, Varese.

Curriculum Vitae

Accedi